Vino & Design - Importazione e distribuzione vino e distillati | Müller-Catoir
446
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-446,cookies-not-set,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-6.9,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

CATEGORIE

Vino > Germania > Pfalz

Müller-Catoir

Mandelring 25
67433 Haardt an der Weinstraße

www.mueller-catoir.de

Müller-Catoir

La tenuta si trova nel paesino Haardt, vicino alle montagne Haardt con una vista splendida sulla valle del Reno. La tenuta è di proprietà della famiglia dal 1744, per 9 generezioni. Questa famiglia di Ugonotti si spostò dalla Francia alla Germania nel XVIII secolo e cominciò a produrre vini.

Dagli anni sessanta del XX secolo l’azienda è diventata un modello per vini di qualità in Germania, perchè Jakob Heinrich Catoir scelse il noto Hans Günter Schwarz come direttore. Quest’ultimo ha formato ed educato ai vini di qualità diverse generazioni di produttori tedeschi, in quanto si è ritirato solo nell’estate 2002, dopo quarant’anni di lavoro nell’azienda. In sua vece è giunto il trentacinquenne Martin Franzen che, nelle prime due annate, sia in vigna che in cantina, ha dissolto qualsiasi incertezza sul futuro dell’azienda, nonostante tutti gli occhi della critica fossero puntati su di lui. Oggi si affianca a Philipp David Catoir trentatreenne figlio del proprietario Jakob Heinrich.

Hanno in produzione 20 ettari, (30 % in collina, 70 % in pianura), il cui 60 % viene coltivato a Riesling, in diverse “lage”: Herrenletten, Bürgergarten, Herzog e Mandelring presso Haardt; Mandelgarten e Schlössel presso Gimmeldingen; Mussbacher Eselshaut. Le vigne variano dai 30 ai 35 anni.

L’azienda non fa chiarificazioni nè contatto fra mosto e bucce; pratica una resa media per ettaro di 50 hl; fermenta i vini in acciaio con lieviti selezionati. Ne derivano vini eccellenti che differiscono da quelli di Hans Günter  Schwarz, eppure non tradiscono nè la qualità nè la purezza minerale che hanno contraddistinto i Riesling di Müller-Catoir per decenni. La vendemmia è molto tardiva. Fermentazione lenta perché la temperatura è bassa. Dopo che la fermentazione è finita e i lieviti vengono tolti, il vino non viene più toccato. Questi vini possono sviluppare cristalli in bottiglia e un leggero CO2. Si consiglia di tenere le bottiglie a 10-12°C per 2 ore prima di aprirlo. Dopo l’apertura delle bottiglie occorre dargli tempo per svilluppare profumi ricchi.