Vino & Design - Importazione e distribuzione vino e distillati | Rebholz
447
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-447,cookies-not-set,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-6.9,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

CATEGORIE

Vino > Germania > Pfalz

Rebholz

Weinstraße 54
D 76833 Siebeldingen

www.oekonomierat-rebholz.com

Rebholz

Oltre ai Riesling fruttati-dolci, in Germania sono sempre più richiesti quelli secchi. Perciò un indirizzo prezioso è quello di Hansjörg Rebholz. Rebholz è di Siebeldingen nel Palatinato, appunto, e non rientra in nessuna categoria, ma si può dire con certezza che è specialista in eccezionali Riesling secchi e Burgunder, che tra l’altro si accompagnano benissimo ai pasti.

Intorno agli anni Quaranta del secolo scorso, nel paesino di Siebeldingen a sud della regione del Palatinato, Eduard Rebholz comincia a dedicarsi alla produzione di vini d’alta qualità. Nella zona è un pioniere: acquista terreni che nessuno vuole perchè difficili da lavorare; pratica una bassa resa per ettaro e inizia la vendemmia dopo che gli altri l’anno già conclusa.

Dopo alcuni anni, per i suoi meriti nella viticoltura, Eduard viene insignito del titolo di Ökonomierat ossia “Consigliere Agricolo” dal Ministro dell’Agricoltura. Suo nipote Hansjörg, alla guida dell’azienda dal 1978, non ha rinnegato l’alta qualità. Anzi ha rinnovato e accresciuto la fama dell’azienda con i suoi vini, secchi come li faceva il nonno, che da tempo sono stimati al vertice della produzione vinicola tedesca.

Uomo affascinante e riservato, Rebholz ha esperienza e contatti internazionali: i suoi vini sono ben rappresentati in Europa, in particolare nella più ricercata gastronomia spagnola. Grazie alla differenziazione dei suoi terreni, può offrire una grande varietà di vini di altissimo livello: da soli 14 ettari di superficie coltivata, vengono prodotti nove vini bianchi ed una Spatburgunder. “E’ perché conosciamo bene i nostri suoli” dice modestamente Rebholz, ma noi sappiamo che c’è dell’altro se i suoi Riesling, Weissburgunder e Chardonnay sono tra i vini più eleganti prodotti in Germania. Già suo padre e suo nonno avevano capito l’enorme risorsa rappresentata dalla collocazione delle loro vigne, variamente disposte in modo che ogni tipo di vite fosse coltivata sul suo terreno ottimale. Ad esempio, una delle vigne di Rebholz, il Kastanienbusch (bosco di castagni) , situate in una conca orientata a sud e con un suolo caratterizzato da ardesia rossa, è fra le migliori in Germania per il Riesling secco. Il vino è tipicamente minerale, affumicato, con un’acidità frizzante, con fragranza d’erba e potenziale d’invecchiamento. Un’altra ottima vigna è Im Sonnenschein (al sole), con un suolo prevalentemente biocalcareo, che produce Weissburgunder e Spatburgunder nella loro forma migliore.

Nella cantina di Rebholz i vini bianchi si sviluppano in vasche di acciaio. Lo Chardonnay matura in barrique di rovere del Palatinato. E’ uno del miglior Chardonnay della Germania!

Hansjörg è fedele alla tradizione famigliare dell’alta qualità, non s’è opposto ai miglioramenti offerti dall’enologia moderna: fa stare per un giorno a contatto il mosto e le bucce dei suoi Riesling, li fermenta a media temperatura in tini d’acciaio, con lieviti spontanei e aggiunti, non fa nessuna chiarificazione. Ne derivano vini di razza e finezza, talora più austeri talora meno, che riuniscono sentori floreali e fruttati e minerali e spezie. Il produttore predilige gli aromi secondari, longevi, provenienti dalla vite e dal suolo a quelli primari dovuti alla fermentazione. Rebholz dice: “I nostri vini hanno bisogno di più tempo per svilupparsi e maturare, ma poi berli diventa anche molto più entusiasmante”.